martedì 20 dicembre 2016

Mangia prega ama 2.0

Cari pompinari del web,avete sempre sognato vedere la bocca di Giulia Roberts a 32 denti accogliere del seme di Marte deposto alla giusta maniera?
Fluoro sta per accontentarvi.
Fateci caso più sono ricchi più hanno ''idee imprenditoriali del cazzo'' tipo le carrozzine per disabili di Lapo...
Ecco ragazzi volevo informarvi di una cosa ho 250 milioni di dollari e intendo utilizzarli contro di voi.
Non sono un malthusiano io voglio che vi riproduciate perchè il parto è una cosa  bellissima e le femministe hanno stabilito che tutti gli uomini devono stare  vicino alle loro mogli per capire a cosa serve davvero la figa e rimanerne giustamente disgustati quindi imparare a lasciarla perdere per seguire il bon ton della perversione tipo lo shibari o il colare cera calda sul corpo della vostra partner e altre cose che risparmieranno al mondo la presenza dei vostri geni.

Sapete ho 250 milioni di euro da buttare e non voglio creare una navetta per andare nello spazio o l'auto elettrica (io amo il diesel,è così musicale) voglio utilizzarli contro di voi per risvegliarvi dal sonno della globalizzazione.

Purtroppo l'occidente crede di essere il mondo e inutilmente simpatici musulmani si fanno esplodere cercando di far capire che forse il mondo è una cosa più grossa della globalizzazione e dell'occidente che si autoelegge ''mondo''.

Io voglio farvi assaporare le viscere del mondo creando un nuovo cult copiando dai favolosi anni 70 quando ancora l'Italia creava pellicole decenti come Cannibal Holocaust.
La tecnica è la stessa,falli incazzare,fatti censurare,creare catene di proteste di modo che non hai bisogno di pubblicità però Giulia Roberts quella è imprescindibile per la riuscita del film,in ogni caso  farai il pieno di incassi fra i segaioli giapponesi affamati di trucidità veteromediterranea dopo 16 ore di lavoro.

Sintesi di Mangia prega ama:latrina dei luoghi comuni:una milf insoddisfatta di succhiare i cazzi del suo insegnante di golf decide di partire per trovare esattamente quello che si aspetta di trovare,una sorta di lonely planet di camerieri pronti a servirla e a riverirla dandole l'impressione dell'esotico ma facendola stare nel recinto dell'occidente.

Il mio film si basa sul concetto di farla uscire da questo perimetro per respirare la vera aria di mondo per ritrasformarla da milf insoddisfatta che legge osho e succhia i cazzi del giardiniere a vera Donna con la D maiuscola.

Nel primo capitolo Giulia Roberts riscopriva il piacere del cibo attraverso una pizzetta napoletana,e la mangiava con un'espressione orgasmica (le milf fingono orgasmi anche quando mangiano pizze).

Nella versione 2.0. la accompagnerò alla fiera del cane di Yulin in Cina e qui partiranno i primi 80 milioni di dollari in cui la milf mangerà cane arrosto,macellato sul posto estratto da una gabbietta di 80 cm x 20 insieme ad altri cento e ammazzati a bastonate da una serie di cinesi paciosi.
A quel punto Giulia Roberts dovrà fare il sorriso di compiacimento a 32 denti e assaporare con piacere orgasmico un cocker al forno.
Allo stesso momento inquadrano me altrettanto compiaciuto di quel che sta accadendo,con il bavaglino al collo con una foto tenerosa della carica dei 101.

Nella seconda parte la solita storia strappa minchieorientali della spiritualità,ovviamente dove la riscoprirà?
Avete dubbi?
In India.
Quell'India che invano i conquistatori Moghul hanno cercato di civilizzare conferendole ordine sradicando quei templi schifosi disordinati pieni di divinità polimorfe che offendono l'Unico e costruendo con quei materiali monumenti che ancora adesso rappresentano l'India all'Estero come il Taj Mahal.
Insomma il solito schifo portato avanti dagli storditi dei Beatles e poi da ,madonna alanis morisette e altro ciarpame buono solo per fare gas serra con le loro scorregge.
Solite cagate puntino rosso sul terzo occhio.

In mangia prega ama 2.0 la spiritualità sarà presa sul serio,lei sarà condotta con alterne vicende verso la Mecca dove subirà la conversione e riceverà da Al Baghdadi uno speciale burqa che oltre ad avere la visiera avrà un buco per farla sorridere a 32 denti mentre svolge le pronazioni.
In questo caso per risparmiare farò io la controfigura.
La scena verrà così così ma in quel caso l'effetto kitsch confondente è voluto per creare sensazioni tipo Richard Cunningham.
A quel punto la Roberts sarà inviata in Siria dove farà la foreign fighter e solleticherà il palato masochistico giapponese-euro-americano, ci saranno scene di esecuzioni eseguite da lei che in realtà sarei io che faccio la controfigura e anche qui lasciamo il dubbio che sia uno snuff,tecnica collaudata.
Poi vado un pò in Colombia facendo sparire le mie tracce e poi quando compare l'avviso di garanzia mi faccio trovare con gli attori, finto decapitati nelle steppe interne della Sardegna che poi non sono così dissimili dalla Siria,e mi scampo l'imputazione di omicidio.
Però ormai la leggenda è creata e i segaioli masochisti si masturbano pensando a Julia Roberts, che in realtà sono io col burqa, che taglia le gole in Siria che in realtà è la Sardegna.

Nella terza parte del film il milfone riscopre l'amore a Bali,nota località turistico troieggiante con discoteche annesse e ciarpame troieggiante collaudato e piazzato ai 4 angoli del globo per riciclare l'esotico come un menù in un ristorante cinese italiano.dove troverete la pizza Dragon Ball  e altre cose che con la Cina non hanno molto a che vedere.
Io in mangia prega ama 2.0 ho immaginato qualcosa di più genuino.
Quando Aleppo sarà conquistata la foreign fighter fuggirà nell'Asia Centrale dove incontrerà il suo grande amore.
Un ex tenente dell'armata rossa in pensione di 80 anni sarà il suo grande amore.
Questo personaggio sarà un mongolo superresistente discendente di Tamerlano con un fisico da paura.
Il personaggio in questione è un comunista fanatico feticista delle moto d'epoca e del bondage.
L'ultima scena che io curerò nei minimi dettagli sarà girata in Siberia:mentre infuria un vento gelido. La Roberts sarà incatenata nuda ad una motocicletta degli anni 50,fatta eccezione per uno slip a stelle strisce,a questo punto arriva il vecchio mongolo che appare logoro e consunto dagli anni finchè
non si spoglia e lascia intravedere un fisico da paura con un cazzo ritto mentre saluta a pugno chiuso una gigantografia di Stalin.
Quando il mongolo vede gli slip della Roberts a stelle a strisce perde la testa glielo strappa urlando troia in urdu e incomincia a schiaffeggiarla sul culo.
Nel frattempo il vento ghiacciato e la motocicletta metallica sul corpo nudo la fanno gemere di dolore,ed è solo allora che l'ex tenente la penetra mentre lei singhiozza fino ad emettere grida di piacere
 Successivamente l'inquadratura si sposta e vengono inquadrati gli occhi sornioni di Stalin.
Finale in dissolvenza su primo piano occhi e baffi di Stalin,come a dire brutte bagascie di New York io tornerò per schiacciarvi sotto un carro armato.

Nessun commento:

Posta un commento