sabato 29 ottobre 2016

Quegli ultimi 10 centimetri

Quegli ultimi 10 centimetri
che separavano
le mie labbra
dal tuo collo
era la distanza
tra l'abisso infimo
di fiamme bruciante inferno
e il paradiso terrestre
sulla più alta vetta mai raggiunta
candida neve
placido azzurro
ma  questa scalinata
che portava al monte olimpo
non sono riuscito a percorrere
perchè l'ho percorsa in ginocchio
di fronte alla tua bellezza
le mie ginocchia
hanno ceduto
chi dice di amarti
e non ti bacia a occhi chiusi
in verità non ti ama affatto
dai tempi del peccato originale
la prima e più funesta maledizione
i loro occhi si aprirono
e con essi i loro cuori
e divennero rifugio
per topi,serpenti,ragni e altri demoni
destinati a infestare
le viscere della tua anima
fino a che
i tuoi occhi
chiusi ritorneranno.


7 commenti:

  1. molto bella anche questa...

    deduco che questa alla fine non te l'ha data, giusto?
    XD

    RispondiElimina
  2. Si dice che la vita,o la si vive o la scrive,in questo caso purtroppo l'ho scritta...

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Tocchi un tasto dolente...meglio lasciar stare.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.