venerdì 28 ottobre 2016

Matriarcato,femminismo e potere femminile sono tre cose differenti

Vedo che  perdura una certa confusione sull'argomento femminismo-matriarcato e mi trovo a fare una oramai doverosa chiarifica

Il femminismo non è il matriarcato checchè ne pensino le femministe stesse che parlano di matriarcato senza averlo capito,(ma del resto che cosa hanno capito loro?)mitizzandolo mettendolo nelle cicladi contrapponendogli i ''kurgan''maschilisti,che loro non chiamano indoeuropei solo per zelo politicamente corretto.

INSOMMA:UN MARE DI STRONZATE.
Scusate la sintesi...

Allora spiegherò brevemente cos'è un matriarcato:
IL MATRIARCATO,DETTO ANCHE CLAN DELLE MADRI,E' UNA FORMA ANCESTRALE DI POTERE IN CUI LE DONNE SANCISCONO UN'ALLEANZA PER PRENDERE IL CONTROLLO DELLA FAMIGLIA
QUEST'ALLEANZA SECONDO ALCUNE TEORIE SAREBBE ALL'ORIGINE DELLA MENOPAUSA STESSA,FENOMENO CHE NON ESISTE IN NESSUN ALTRO MAMMIFERO,TUTTAVIA ANCHE LASCIANDO DA PARTE LA TEORIA IN QUESTIONE,LA MENOPAUSA E' DICIAMO COSI' LA PORTA D'ENTRATA NEL CLAN DELLE MADRI CHE COMANDANO.
CIOE' LE DONNE RINUNCIANO ALLA COMPETIZIONE SESSUALE TRA LORO PER ALLEARSI E GOVERNARE IL CLAN,TENENDO SOTTO CONTROLLO LE DONNE GIOVANI E SESSUALMENTE ATTRAENTI.


IL MATRIARCATO E' IL POTERE DELLE DONNE VECCHIE,PER TENERE SOTTO CONTROLLO QUELLE GIOVANI .
Questo implica che la mater familias:
1)metta in riga le giovani galline che alzano troppo la cresta,il matriarcato è quello che viene definito ''bigotto''
2)tuteli i giovani polli dalle suddette giovani galline
3)la suocera abbia un ruolo di controllo del clan

Quindi pochi bichini,poche tette al vento e gonne corte,a volte io mi sono chiesto quanto di questo matriarcato ossessivo nei confronti del vestire femminile (i greci e i romani non mi pare fossero così ossessionati dal coprirsi) sia passato nell'Islam,e cosa cavolo volesse dire quella frase di Maometto
''il paradiso è ai piedi delle donne'',da altri tradotto come il ''paradiso è ai piedi delle madri''.
Su questo sono incerto,sulla natura matriarcale del mediterraneo no.

In ogni caso così concepito il matriarcato non c'azzecca molto col femminismo.

A tutt'oggi il sud Italia è dentro una sorta di matriarcato COME DIMOSTRANO I FATTI DI AVETRANA.
In linea generale tutto il mediterraneo sebbene sia stato attraversato da popoli con comportamenti patriarcali,ha un residuo culturale matriarcale, E IL CULTO DELLA VERGINE MARIA PUO' ESSERE SENZA VOLER URTARE NESSUNO TANTOMENO LA VERGINE STESSA INSERITO IN QUESTO CONTESTO.
Non ha generato il femminismo.
Per lo meno a me non sembra.


POTERE FEMMINILE:ha un'origine prettamente commerciale,il potere femminile inizia e va a braccetto con la genesi del capitalismo,nonchè dell'imborghesimento delle masse,ovvero della loro progressiva migrazione nelle città,e nel loro scimmiottare i modi di vita delle classi borghesi,per capirlo è necessario leggere Sombart.

Il rapporto di potere donne-uomini è un rapporto tra società urbana e società rurale,vai a wall street e c'è una gigantografia di sephora.
Il potere femminile procede di pari passo con l'urbanizzazione.
Vai in centro città e ci sono più negozi per uomini o per donne?
Com'è organizzata la città?
Così è organizzata la società.

Civiltà deriva da civis ''il cittadino'',e le civiltà si declinano in base a come sono fatte le loro città.
Nelle città greche o romane al centro di tutto c'era l'agorà o il forum che era il ritrovo dove la gente discuteva,oggi i forum sono luoghi di desocializzazione di fronte a un computer,ne consegue che la società greca e romana dava una grande importanza al ''logos'',alla parola e alla logica.
La ragione per cui quelle civiltà tagliavano fuori le donne dai giochi era che le donne hanno poco logos,ovvero parlano molto,ma senza molta logica (le donne parlano molto proprio perchè ragionano poco,Aristotele diceva il saggio pensa tutto quel che dice ma non dice tutto quello che pensa,le donne seguono il motto di Aristotele all'incontrario).
Nel medioevo non c'è più nè il foro,nè l'agorà,la città si organizza intorno alla cattedrale,segno del predominio della chiesa e dell'ascensione spirituale.
Via via che la società si mercantilizza,si femminilizza.
Per Sombart tutto il capitalismo ed anche il trionfo della femmina ha origine proprio nelle corti rinascimentali,(in particolare in quella papale) dove viveva tutta una ''corte'',di puttane più o meno legalizzate con vari termini che ha creato un ingente consumo di lusso.
Questo consumo di lusso ha fatto da volano per la genesi del capitalismo europeo.
Se anche si cercasse,rimanendo più fedeli a Marx di individuare le origini del capitalismo nel colonialismo,ci si deve chiedere quale tipo di consumatore venisse allettato dai prodotti provenienti dalle colonie,seta cacao,zucchero,oro e argento,perle dai mari del sud...
Insomma Sombart fa discendere dalla donna di corte il capitalismo perchè si concentra sul consumo,CHI ERA IL CONSUMATORE INIZIALE?

Il capitalismo e il potere femminile procedono di pari passo,perchè è il consumatore a tenere in piedi la baracca e non il produttore.
Il sistema industriale può produrre anche 100 volte più merci di quelle che vengono consumate,dunque è necessario colmare questa sproporzione tra potere produttivo e potere di consumo.
Il potere femminile esiste da ben prima del femminismo,e negli ultimi secoli è incrementato costantemente,tant'è che senza bisogno di sessantotti mass-media e quant'altro nel 1600,presso i nobili e i borghesi (ovvero nelle CITTA') esisteva la figura del CICISBEO,ovvero dell'istituzionalizzazione del cavalier servente  presso una dama.
Illustri filosofi sono passati sotto questa vera e propria umiliazione senza batter ciglio come se fosse la cosa più naturale del mondo,tra questi Cesare Beccaria e Vittorio Alfieri.
Cosidetti uomini di altri tempi.Ma quali?
Gliel'ha spiegato la Solanas che dovevano comportarsi così?
Erano manipolati dai mass-media?
Sombart parlava di trionfo della femmina nella fine dell'otttocento.
Era un visionario?
O constatava la realtà sotto i suoi occhi.
C'è un rischio,quello che noi stessi prendiamo per buona la grande narrazione femminista che parla di rivoluzione del sessantotto,per cui prima le donne erano timide e sottomesse e poi sono diventate amazzoni guerriere.
Non è così,il sessantotto non ha rivoluzionato un tubo di niente ha estremizzato i rapporti precedenti.

Femminismo:fenomeno ideologico che origina dalla mania tipicamente occidentale manichea di vedere il mondo come un conflitto tra 2 forze:il bene e il male,anzichè vedere la suddivisione fra opposti come un'armonico susseguirsi dei 2 enti di cui è fatto il mondo,lo yin e lo yang.
La ragione per cui ad un certo punto le donne e non gli uomini sono diventati ''il genere cattivo'' è dovuta ad una sovrastruttura di potere E NON IL CONTRARIO.
Per cui le donne PRIMA hanno preso il potere,poi hanno creato il femminismo,e non di certo tramite Maria che era tutto fuorchè femminsta

SINTESI DI FEMMINISMO:DONNE GIOVANI VERSUS VECCHIE E VERSUS UOMINI

1 commento: