domenica 25 settembre 2016

I veri assassini della notte

Smettetela di vomitare luce arancioni
lampade ai vapori di sodio
inesorabilmente vi odio
si rifugiano gatti neri
nei pochi vicoli scuri
scappano
dalla vostra tracotanza;
con quale insolenza
avete osato sporcare il cielo
il nero mantello della notte,nut,
abisso dell'infinito
eco carezzevole della nostra solitudine
e ora come stupirsi
se nessuno crede più nel Dio unico,
Nietzsche si sbagliva
non le chiese i suoi sepolcri
Dio è morto alle 21 nel parcheggio dell'Auchan

1 commento:

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.