sabato 24 settembre 2016

Hiroshima

Tutto il mondo vive ancora
in trepida attesa dell'apocalisse
ma noi più non abbiamo nulla
da aspettare
non era la tromba di San Giovanni
ma la sirena dell'allarme antiaereo
e di colpo
il mondo non fu più lo stesso
una luce divina di mille colori
invase la terra
decretando il nostro destino
giovani samurai
sognavamo la morte in battaglia
ma un morbo oscuro
sceso da un sole di morte
dall'interno ci ha colpito
no l'imperatore
col suo arco magico
non ha potuto
colpirlo e distruggerlo
come l'eroe nella fiaba di Amateratsu
e ora figli allevati dalla guerra
giaciamo lebbrosi in un letto
di cenere
cullati dal nemico
la cui testa
avremo voluto schiacciare
il mondo è cambiato
e noi non ce ne siamo accorti
combattere contro le macchine
è inutile
solo noi
sappiamo dunque
come avverrà per davvero la fine
perchè questo dell'apocalisse
è il primo fugace inizio.

1 commento:

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.