domenica 4 dicembre 2016

Come fulmini

Filtrano gocce di buio
dal nulla
echi del vuoto scoppiano
dando luogo a nuovi universi
cala una nebbia
dalla fonte del tao
galleggia su acque morte
un fulmine improvviso elettrico
illumina l'aria
e subito scompare
ma il frastuono si sentirà
solo quando il fulmine si sarà spento
questo è la mia vita.

venerdì 2 dicembre 2016

Arco persiano

Creato su ispirazione delle nuvole
porta del sogno
finestra del cielo
essenza del fuoco
specchio del vuoto
ti rifletti quieto
nello specchio
delle acque
di fronte alla moschea
donne in nero
viaggiano come esseri
senza tempo
uno strano via vai
si aggira sopra lo specchio d'acqua
archi piccoli o enormi
decorati di ceramica blu
accompagni gli uomini
al tiepido mondo dei sogni.

Sangue di elettricità

Strade d'asfalto nere
rilucono iridescenti macchie di petrolio
sangue vivo della città
la pioggia ticchetta sulla mia pelle
non difesa da un ombrello
mille luci si riflettono sfocate
lampeggiano
mentre incessanti fiumi di auto
creano fiumi di luce ondeggianti
le coppiette camminano tronfie del loro ''amore''
i barboni dormoni esausti della loro vita
ma le luci non si spengono mai
il gigante in corso Inghilterra
tempio di luce profana
disperde la sua aria diafana,fredda e solitaria
ai cuori gelidi e agli occhi ciechi
che nulla percepiscono,
trovo la città a modo suo armonica
ha un ritmo diverso
su cui ti devi sintonizzare
per diventare elettricità pura
che scorre nelle vene della città
e la illumina tempio di Lucifero.

Atomi di coscienza

Scompongo la mente nelle sue monadi
le analizzo una a una
come un tessuto di pixel
forma un immagine
solo se visto da lontano
i singoli frammenti delle nostre emozioni
siamo incoscienti
donde vengano
se solo riuscissimo ad astrarci da esse
l'ego si dissolverebbe
prima ancora della morte
mi sono fermato a guardare
una fonte di luce verde
fino a che la luce verde
aveva invaso tutta la mia coscienza
elettrica profonda
ho contemplato le luci
di una pompa di benzina e le ho trovate
straordinariamente belle
ho cercato in esse
gli atomi della mia coscienza
riflettendo che la luce non esiste
siamo noi a darle consistenza
non c'è separazione fra percezione
e elemento percepito
ho cercato dentro di me gli atomi della coscienza
ho trovato quelli dell'universo.

giovedì 1 dicembre 2016

Comitato popolare:in difesa di Lapo,contro di lui un complotto internazionale

Fratelli torinesi del degrado,alzatevi e fate sentire la vostra voce,Lapo Elkann ambasciatore del degrado di una città che ha saputo superare la crisi della fiat dobbiamo dire grazie alle olimpiadi del 2006 che ci hanno procurato nuove fonti di reddito come per esempio il quartiere olimipico,che doveva essere simbolo della nuova Torino e nei fatti lo è diventato come dimostrano i recenti episodi di cronaca,diventando nuovo ricettacolo di spaccio dopo il valentino,nonchè ostello di negri che notoriamente incrementano il pil.
Cari amici alziamo la nostra voce per difendere il nostro portabandiera all'estero,idee impredoriali geniali come quelle di Lapo sono tipiche di Torino ,come il quartiere olimpico, o i battelli Valentino e Valentina ,per fare la crociera sul Po e fare nutria-watching, che si sono scontrati e ovviamente il battello Valentino è affondato come simbolo di una città che affonda,e del rigoroso femminismo che ha imposto il woman first anche nell'affondamento di battelli.
E sapevate che c'è anche la possibilità di attraversare il pò appesi a una corda in modo da cadere dentro e prendersi la leptospirosi.
Ricordo anche la battaglia epica dell'assessore alle pari opportunità che ha finalmente aperto il circolo canottieri alle donne per creare parità di leptospirosi.
Quindi gridiamo forze nemiche degli Usa ridateci Lapo che ci rappresenta meglio della mole,come vi permettete di arrestarlo per quella che non era altro che una idea imprenditoriale tipica delle nostre amministrazioni comunali:ovvero fingere un sequestro ad opera di un trans.
Lapo continua la nostra tradizione fatte di strisce di cui la juve a strisce bianche su tavolo nero
è emblema.
Vestito a strisce
cinquecento a strisce
strisce di...
uno stile di vita che presto o tardi diventerà il nuovo target mondiale della globalizzazione.
Ebbene vi faccio una rivelazione in stile donchisciotte 1 ho sentito che Lapo ha fatto una delle sue visite imprenditoriali a Evo Morales in un raduno insieme a Maduro e Raul Castro,ha rilanciato una sua idea impresa: scalzare il predominio del dollaro grazie alla nuova moneta bolivariana il Sucre,che lancerà un nuovo cocaine standard per riequilibrare il commercio mondiale.
Gli illuminati nel ramo deglI elkann l'hanno chiamata la nuova bretton woods sulle Ande e subito sono corsi ai ripari, hanno APPROFITTATO DELLA RICHIESTA DI LAPO PER DENUNCIARE LA COSA ALLA POLIZIA PER FARLO ANDARE NEI GUAI.
Ma questo non fermerà il progetto geniale di Lapo:
Le nuove banconote sono studiate per essere arrotolate perfettamente per inalare direttamente la sostanza,le ha disegnate e testate Lapo e sono a prova di ogni narice.
Evo Morales rilancia:''un nuovo modo per evitare l'accumulo di capitali tramite il consumo proficuo della classe dirigenziale mondiale'' trasferendo direttamente denaro dai grandi banchieri di Wall Street direttamente ai contadini delle Ande.
Noi torinesi creiamo un comitato per difendere Lapo uomo profondamente geniale in cui ci riconosciamo e riconosciamo la nostra torinesità e creiamo un comitato per difendere Lapo dai poteri forti internazionali.

martedì 29 novembre 2016

Buio brillante

Quando vedi il buio brillare
ti accorgi che la vera luce
è dentro di te
raccolti come i lama tibetani
raccontano che la morte
è di un nero brillante
come il cielo di notte d'autunno
accendono lumini per trasmettere
la grande intuizioni
le nostre candele d'avvento
sono simboli che la festa della luce
si svolge nel buio più profondo
perchè è dal buio che si genera la luce
e non viceversa
chi può intendere intenda

Torino città marcia,Lapo è il nostro ambasciatore

Torino è una città marcia si divide in una bolla rosa di Crocetta e la Collina e la bolla di merda tutto intorno.
La crisi della fiat ha spento la classe media è trasformato la città in una sorta di castello feudale dove i nobili si godono la vita e gli altri sprofondano nella merda.
Almeno ci fosse ancora la cultura contadina nella plebe e quella aristocratica alla classe dominante,almeno è riferito che Maria Antonietta durante la notte di Natale le venne chiaramente detto che non avrebbe ricevuto regali di Natale per farle capire che cosa voleva dire essere poveri.
Non ha comunque funzionato,la consapevolezza non si forma in una notte,per quanto ''magica'' di Natale e sappiamo come è finita.
Oggi la gente si divide in tossici pazzi poveri,e in ricchi animalisti radical-chic.
C'era una tipa che frequentavo era ricca sfondata aveva un canaletto in casa e spendeva 40000 euro l'anno per mantenere un cavallo,stravedeva per i cani e una volta le ho sentito dire a me i drogati stanno sul cazzo perchè lasciano le siringhe in giro e poi i miei cani si pungono. 
Cioè i tuoi cani più importanti di delle persone che magari sbagliano ma sono sempre esseri umani o che magari avevano un disagio di cui alla gente come lei non frega niente,e poi si stupiscono che si drogano. 
L'eroina è una droga da poveri non da ricchi,mica la usa Lapo Very Happy 
Torino è una città marcia formata dalla bolla rosa della gente come lei,che vive in collina o alla crocetta e la bolla marrone ovvero di merda. 
L'altro giorno siccome sono stordito e mi son scordato dove avevo lasciato la macchina,fermo un tipo per strada il primo che capita gli dico che era in corso Svizzera vicino a un kebabbaro,lui gentile mi da informazioni con una vocina che era tutto un programma,poi cambia discorso e mi dice ''ti devo chiedere un favore,sai sono appena uscito da 10 anni di carcere me la daresti una monetina'' io gliela do,lui 'ho una figlia piccola dammene un altra io dico no,lui ''ma sono stato 10 anni in carcere'',io ero mezzo ubriaco e non ho capito che alla lamentazione era subentrata la minaccia. 
A quel punto vedo una prostituta,io non ho pregiudizi nei loro confronti spesso sono più simpatiche e gentili delle ragazze normali,ci sono anche stato,ovviamente,mi avvicino al che mi rendo conto... 
che non è una prostituta è un trans 
va bhe dico,io non ho pregiudizi neanche nei loro confronti,gli dico ''ho lasciato la macchina vicino al kebab'' e ''lui-lei-boh'' mi chiede 
''perchè hai fame?'' (sottointeso di cazzo)... mi allontano in fretta. 
Il terzo che fermo è un immigrato l'unico normale mi da l'informazione giusta anche se in un italiano stentato. 
Poi non so se vi ho raccontato di quella tizia che ho baccagliato a Ottobre,era una tizia della Hdemia come la chiamano loro,le compro un piccolo regalo e cerco di darglielo ma non trovo il tempo,mi trovo invischiato in una discussione che ha per centro un negro che viene dal Senegal che mi dice è bellissimo (e io gli credo,e gli chiedo ma che cazzo ci fai in questa città di merda?) e dice di essere un musicista,ma non so quale cazzo di strumento suoni. 
Dice di essere parente di un grande musicista africano,che tutti conoscono tranne io,perchè ho delle riserve sulla musica afro, tutti quanti si prostrano al suo cospetto e si mettono a parlare di ''scala pentatonica'' mettono un video afro del cazzo in cui tutti i negri ballano tutta la giornata sui tetti delle case per terra sui muri ovunque e passano tutto il giorno così,lamentandosi poi che stanno con le pezze al culo. 
Lui dice:''ho fondato una banda in cui faccio musica afro popolare che ingloba tutte le culture del mondo,io suono lo jambè un mio amico suona la tarantella''
Io provo a sfottere perchè non ne posso più di cazzate,e gli dico ''eh si magari c'è pure qualcuno che suona la cornamusa'' e lui :''Si bravo come hai fatto a saperlo?''
Attimi di surrealtà mi chiedo se tutto questo è reale o solo un sogno beffardo.
E' difficile che mi crediate ma è andata esattamente così,lo so devo portarmi in giro una telecamera e filmare tutto questo se no la gente continua a nascondersi dietro a un dito e a dire ma no te lo sei inventato,torino non è tutta così,eppure io vedo solo ricchi radical-shit animalisti e poveri pazzi,nonchè negri che millantano,e tutti quanti ad ascoltarli come se parlasse il Profeta,e tossici di tutte le classi sociali perchè la droga è l'ultimo collante che tiene unita questa città divisa in caste,e gli spaccini forse gli ultimi rappresentanti della classe media che fa da ponte i poveri pazzi e i ricchi animalisti radical-chic che tirano di brutto pure loro.
Va bhe,rifletto silenzioso e concludo che non è un sogno.è semplicemente Torino.
Io non dico niente aspetto 5 minuti per essere solo con lei per dare questo regalino alla tipa,nel frattempo mi alzo e vado al cesso,e vedo il cesso più brutto della mia vita,peggio di una fogna di Calcutta.
Nella cooperativa autogestita sono tutti degli spostati,vedo stronzi ovunque persino sulle pareti mi chiedo come sia possibile cagare su una parete a un metro e mezzo d'altezza. 
Mi faccio forza evito le merde con passo da ninja e mi siedo sul cesso e rilascio,poi carta igienica assente nel bagno autogestito,mi pulisco con dei fazzoletti tento di tirare l'acqua che però non va e assisto alla montagna di merda più alta che abbia mai visto. 
Poi ritorno,dopo tre ore di stronzate mi ritrovo solo con lei,le dico che mi piace le do il regalino,e lei per tutta reazione mi dice che l'ho sbalestrata (io?) e rifiuta il mio regalo,un foulhard,mi dice non c'è cosa,io dico ok va bene non importa,però sembra molto più insofferente di me. 
Mi fa vedere le sue opere,io mi aspetto qualcosa di non perfetto ma almeno decente,invece vernice gialla su tutta la tela,ghirigori ossessivi. 
Taccio. 
A quel punto torniamo dagli individui dall'altra parte che continuano a confabulare del nulla e ci sediamo. 
Lei all'inizio sta zitta poi una tossichella va dal cinese (c'era anche un cinese) e gli chiede sempre con una vocina che era tutto il programma politico di SEL ''O China ce l'hai una siga?'' 
E qui scatta il manicomio generale la tipa che ho baccagliato va su tutte le furie e grida ''RAZZISTA! RAZZISTA! PERCHE' NON LO CHIAMI COL SUO VERO NOME ANZICHE' CHINA? 
Lei :''sei tu razzista perchè vedi del razzismo dove non c'è,io l'ho chiamato China perchè non so come cazzo si chiama'' 
L'altra :''lui ha un nome d'arte si chiama George'' 
Io penso col cinese col nome d'arte abbiamo toccato il fondo. 
La tipa se ne va urlando e piangendo e io devo pure consolarla dopo aver preso un 2 di picche devo dire mai più fortunato di questo. 
PAZZI QUESTA E' UNA CITTA DI RICCHI SNOB,DI POVERI PAZZI E DI TOSSICHELLI DI OGNI ESTRAZIONE E LAPO E' SEMPLICEMENTE IL MIGLIORE AMBASCIATORE DEL MADE IN TURIN NEL MONDO,perchè lui non è ambasciatore dell'italianità quanto della torinesità,con la cinquecento a strisce parcheggiate a Manhattan in divieto di sosta,come simbolo del suo grande amore,la striscia di...
E adesso si stupiscono di questo individuo e delle cazzate che fa quando vedo ovunque gente sicuramente meno fortunata che si comporta così.
Amici che tirano a campare con compravendite di magliette di basket e clienti da Hong Kong,storie di uomini che hanno fregato i negri comprandogli la cocaina con i soldi del monopoli e quelli manco se ne accorgevano,alla faccia dello stupido bianco dammi l'MD del video di bello figo,noi torinesi vendiamo l'MD ma almeno non accettiamo i soldi del soldi del monopoli.
Degradati ma non deficienti come i tuoi conterranei caro bello figo.